Comune di Cupramontana

Telefono: +39 - 0731 - 786811

Email: comune@comune.cupramontana.an.it

I CASTELLI DI JESI

vigne

 

Situati nell’entroterra di Ancona, a metà strada tra il mare Adriatico e gli Appennini scopriamo un susseguirsi di borghi medievali e rinascimentali dall’aspetto ancora immutato, legati tra loro da dolci colline ricoperte dai vigneti di Verdicchio.

Non si tratta di castelli come normalmente si intende, cioè grandi abitazioni fortificate che appartenevano ad una sola famiglia, bensì di paesi castellati, cioè circondati e chiusi da alte mura, all’interno delle quali si rifugiavano gli abitanti ed i contadini delle campagne circostanti durante le       incursioni dei pirati.

I Castelli di Jesi sono 14 si pongono a ferro di cavallo sulle colline attorno alla vallata di Jesi. Per la maggior parte hanno conservato immutato l’aspetto tipico medioevale, con il caratteristico snodarsi di vicoli e viuzze all’interno delle mura.

Anche le mura sono quasi tutte perfettamente conservate e tutelate dalla Sovraintendenza di Ancona.

Attorno ai Castelli di Jesi si stendono a perdita d’occhio i vigneti di Verdicchio, per questo la visita ai Castelli di Jesi è un itinerario consigliato dalla primavera all’autunno inoltrato quando, dopo il periodo della vendemmia, oltre a percorrere gli splendidi paesaggi collinari si potranno degustare nelle cantine i vini nuovi e scoprire nelle trattorie dei paesi e delle campagne l’essenza più vera della cultura marchigiana.

 

IL VERDICCHIO DEI CASTELLI DI JESI DOC

ll Verdicchio è conosciuto tra i grandi vini bianchi italiani per la sua inconfondibile e ricca personalità e soprattutto per la sua sorprendente versatilità.

Nella primavera successiva alla vendemmia, è possibile gustarlo nella sua fragrante e sapida giovinezza e quando l’affinamento prolungato in cantina prevede un imbottigliamento in estate o a fine estate, ecco il Verdicchio che offre un grande equilibrio gustativo, frutto di una maturazione che generalmente avviene con una sosta del vino in vasca e/o in serbatoi di acciaio e talvolta in grandi botti di legno.

 

 

Area di produzione

 

SUPERFICIE VITATA 2762 ha
RESA UVA/Ha 14 ton
VITIGNI Verdicchio min 85%, max 15% di altri vitigni a bacca bianca, idonei alla coltivazione nella Regione Marche
ABBINAMENTI GASTRONOMICI predilige preparazioni a base di pesce, da quelle grigliate a quelle al cartoccio, tagliatelle al tartufo bianco pregiato e al formaggio di fossa
CONSERVAZIONE in condizioni ideali di cantina la sua longevità si protrae per almeno 2/3 anni
CONSUMO servire fresco, 10/12°C, in calici di ampio volume